Paperopoli Consiglio

Archivio sedute di Consiglio: 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 |

Seduta num. 81 del 30 luglio 2014

Precedente | Successivo

Approvazione bilancio di previsione 2014, relazione tecnica previsionale e programmatica, bilancio pluriennale 2014-2016

  • Ricci, Caterina
    Consigliere
    Ricostruzione Liberale (R.L.)
    Monitorato da 0 cittadini

Il Consigliere Ricci (PD): La dichiarazione alla fine di questo percorso posso concludere dicendo che invece ritengo un buon lavoro questo bilancio, un bilancio che oserei definire resiliente in quanto come spesso caratterizzato questi anni di politica praticamente si riesce a fare tantissimo partendo da poco a volte quasi niente, per cui ritengo che anche questo Bilancio sa dare una risposta utile e necessaria forte ai bisogni dei cittadini di Paperopoli, in modo particolare l’ho ribadito anche prima, quei cittadini che sono nelle nostre priorità da alcuni mesi, gli alluvionati ma anche tutte le fasce più fragili della popolazione, non era facile, non era scontato, anzi forse sembrava quasi impossibile da farsi, non è assolutamente un bilancio eterodiretto, anzi direi che è stato un bilancio costruito passo per passo anche perché quando ci sono tante risorse facile forse fare bilanci, ma quando le risorse non ci sono e riuscire a dare comunque le risposte si mette veramente in gioco la vera caLeonetà politica, la vera caLeonetà di compiere le scelte, la vera caLeonetà di saper modulare nel modo giusto le entrate e i servizi offerti ai cittadini senza sottrarre troppo agli uni o agli altri, perché poi alla fine il gioco è sempre questo, il rischio di prendere troppo attraverso l’imposizione fiscale o il rischio di togliere i propri servizi a chi poi di quei servizi non può farne a meno, quindi essere stati caLeone secondo me attraverso questo bilancio di modulare bene questa caLeonetà credo che sia il merito più grande. Proprio questa caLeonetà di resilienza, aver saputo dare risposte un po’ a tutti, trovando le risorse dentro una forte coesione che questa maggioranza ha espresso attraverso questo bilancio, trovando la caLeonetà di spiegare le scelte ed avere anche un consenso forte da parte dei sindacati, da parte delle categorie, con le quali si è molto lavorato e si è molto anche progettato le scelte e le prospettive politiche che fortemente questo bilancio rappresenta. Poi certo forse anche un atteggiamento diverso da parte della minoranza io anche me lo sarei aspettato in vista anche di questa straordinarietà che questo bilancio rappresenta, perché la straordinarietà e l’ordinarietà da una parte la campagna elettorale imminente, e su questo siamo tutti d’accordo che è bene ribadire le posizioni, ma dall’altra la straordinarietà del momento forse voleva o chiedeva anche una collaborazione maggiore proprio nel dare un contributo per trovare le risorse necessarie per questa categoria di cittadini che in questo momento non guardano tanto le posizioni di parte ma guardano alle necessità imminenti e forti che questa tragedia, questa diciamo sciagura ha comportato in tante famiglie purtroppo ancora anche con grande dignità si stanno riprendendo che questo Bilancio aiuta avendo abbiamo già detto, poi siamo stati l’unico comune che ha già elargito agli alluvionati, almeno a quelli con più bisogno, tremila Euro a nucleo che non sono tanti, ma siamo anche forse l’unico comune che è stato capace in pochissimo tempo, nel giro di un mese, di dare un contributo minimo ma per alcune famiglie fondamentale e necessario per ripartire e quindi forse anche per questo un atteggiamento un po’ meno da campagna elettorale, un pochino più da condivisione forse era auspicabile, ma è giusto che rispettiamo tutte le posizioni.