Paperopoli Atto

Emergenza alluvione 3 maggio 2014. Istituzione commissione speciale sugli eventi alluvionali e sulla prevenzione del rischio idrogeologico

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2014/27 del 04 giugno 2014

Presentazione
Approvazione
4.6.2014
  • 4.6.2014
  • approvato


Firmatari

Testo

        
COMUNE DI Paperopoli
PROVINCIA DI Topolinia
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 27 
Seduta del 04/06/2014
OGGETTO:	PROPOSTA DI DELIBERAZIONE EX ART. 29 COMMA 1° REG. CONSIGLIO - ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE CONSILIARE SPECIALE SUGLI EVENTI ALLUVIONALI DEL 3 MAGGIO 2014 E SULLA PREVENZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO
L’anno duemilaquattordici addì quattro del mese di giugno alle ore 18:30  nel Palazzo Municipale di Paperopoli e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in via d’urgenza il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Caruso Chiara*-17 Mancini Gianfranco-*2 Rizzo Giovanna *-18 Russo Carlo-*3 Rossi Giancarlo-*19 Conti Giulio*-4 Bruno Loris*-20 Martini Manuela-*5 Longo Francesca*-21 Ferrari Mirco*-6 Martini Lorena*-22 Giordano Emanuele*-7 Moretti Manuele*-23 Greco Costantino*-8 Longo Antonio*-24 Bianchi Loris*-9 Galli Antonio*-25 Ricci Caterina*-10 Marino Carlo*-26 Barbieri Luigi C.D.*-11 Mariani Gianni*-27 Gallo Emanuele*-12 Colombo Mirco*-28 Moretti Giuseppe*-13 De Luca Lorenzo*-29 Costa Costantino*-14 Ferrara Gianfranco*-30 Caruso Mirco*-15 Lombardi Mirco*-31 Santoro Lorenzo*-16 Bruno Costantino*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 27

 Barbieri GiulioCentro Aristocratico-* Bianchi CarloCentro Aristocratico*-
Sono altresì presenti gli assessori: Fontana Egiziano, Costa Antonella, Esposito Costantino, Leone Giuseppina, Rossi Gianfranco.
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Giulio Conti nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Gianni 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Lombardi Mirco; 2° Giordano Emanuele;  3° Moretti Giuseppe .

(La discussione generale è riportata nella delibera n. 25 del 04/06/2014)

Il Presidente del Consiglio Conti pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta di deliberazione ex art. 29 comma 1° Reg. Consiglio – Istituzione della commissione consiliare speciale sugli eventi alluvionali del 3 maggio 2014 e sulla prevenzione del rischio idrogeologico, che viene approvata con 27 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio Conti pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 27 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
PREMESSO che:
- il giorno 3 maggio 2014 il Comune di Paperopoli è stato colpito da un evento alluvionale che ha comportato disastro e devastazione di intere frazioni e/o quartieri residenziali cittadini, esercizi commerciali, imprese, ditte artigiane, studi professionali, istituti scolastici e strutture sportive, arrecando danni enormi alla cittadinanza ed alla città;
- l'evento è stato certamente di portata storica ma, anche in considerazione dei noti cambiamenti climatici che potrebbero alterare i dati sui tempi di ritorno, è assolutamente necessario ed urgente individuare, sotto il profilo della miglior scienza ed esperienza, tutti i possibili rimedi a che simili catastrofici eventi non abbiano più ad interessare il territorio comunale di Paperopoli;
- in particolare dovranno essere rapidamente individuate tutte le opere assolutamente indifferibili ed urgenti da compiere  al fine di minimizzare il rischio idrogeologico per il territorio comunale di Paperopoli ed in particolare per le aree a più ampia antropizzazione e stanziati i relativi fondi;
- inoltre, ed in via d'urgenza, dovranno essere avviate, d'intesa con gli enti sovraordinati secondo le rispettive competenze, tutte le procedure normative ed amministrative possibili affinché tutti i soggetti direttamente coinvolti dal grave evento alluvionale possano accedere a forme di indennizzo dei danni subiti nonché  ad agevolazioni di carattere fiscale, sospensione delle scadenze, moratoria delle procedure di riscossione dei tributi, agevolazioni creditizie ecc...;
- pertanto il Consiglio Comunale di Paperopoli deve essere messo nelle condizioni di assumere i necessari provvedimenti  attraverso le proposte pervenute dall’operato di  una speciale commissione consiliare che abbia come finalità:
1 –  la caLeonetà di sollecitare e promuovere, in modo efficace e tempestivo , il post-alluvione
2 – di potenziare l'azione dell'Amministrazione offrendo il proprio contributo per un’azione di sostegno  e monitoraggio
3 – programmare i lavori in base al grado di priorità  al fine di: aiutare gli alluvionati, trovare risorse, programmare interventi per sanare definitivamente dissesto idrogeologico
4 – non comportare per l’Ente ulteriori costi aggiuntivi  
5 – dare spazio e voce a tutte le forze presenti in consiglio, facilitare la   collaborazione con le altre commissioni per cui sarà costituita dai capigruppo + presidenti di ogni commissione per un fattivo coinvolgimento di tutta l’Amministrazione
 VISTO
- l'art. 29 comma 1° del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Attività Istituzionali, Cultura e Comunicazione;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
E' istituita la Commissione Consiliare Speciale sugli eventi alluvionali del 3 maggio 2014 e sulla prevenzione del rischio idrogeologico;
Sono compiti della Commissione Speciale:
1- l'adozione di ogni tipo di iniziativa regolamentare e/o amministrativa e/o di impulso affinché siano adottati dagli enti sovraordinati e dal Governo gli atti di competenza ed i provvedimenti relativi, in particolare di carattere fiscale, nonché  sollecitare la dichiarazione dello stato di emergenza ex art. 5 legge 225/92;
2 – confronto con gli organismi sovraordinati (provincia –regione – governo) per la individuazione, programmazione  e conseguente finanziamento di tutte le opere pubbliche  necessarie ed urgenti per un risanamento idrogeologico definitivo e sicuro e quindi chiedere la deroga temporanea al Patto di Stabilità per la realizzazione di tali opere.
3 – Valutare e mettere in campo, sollecitando gli organismi competenti, tutte le opere necessarie al ripristino degli istituti scolastici e delle strutture sportive danneggiate dall’evento, attraverso lo stanziamento dei relativi fondi e relativo monitoraggio, ugualmente in deroga al Patto di Stabilità.
4 - Continuare e promuovere la ricerca dei fondi destinati agli alluvionati, valutare criteri per la loro devoluzione sia a privati che ad imprese e  monitorarne il relativo andamento, promuovere il coordinamento delle donazioni e le raccolte di  eventuali fondi privati e di associazioni per non creare disparità tra i cittadini;
5 – Valutazione e verifica  di quanto necessario per garantire il regolare svolgimento della stagione turistica;
6 - l'impulso e la verifica dell'avvio, da parte di tutti gli enti competenti, di procedure per l'indennizzo dei danni subiti da privati, strutture pubbliche e imprese, nonché  per la concessione di agevolazioni di carattere fiscale, sospensione delle scadenze, moratoria e riformulazione delle procedure di riscossione dei tributi, agevolazioni creditizie ecc. favorendo una informazione corretta e univoca;
7 – richiedere alla Provincia e  alla Protezione Civile una rivisitazione dei piani per le emergenze e del PAI;
8 - lo svolgimento di attività di impulso e di costante monitoraggio di tutte le ulteriori iniziative necessarie al superamento delle condizioni di emergenza, al fine del ripristino di una piena normalità;
9 - l'adozione di ogni altro tipo di atto o iniziativa di competenza.

La Commissione Speciale, disciplinata dagli artt. 22 e segg del Capo 3 del Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari, potrà disporre l'audizione di esperti anche esterni all'amministrazione comunale e l'acquisizione di ogni tipo di documentazione e/o di parere;
La Commissione Speciale concluderà il suo operato in sei mesi e produrrà una relazione finale da presentare al Consiglio Comunale.
La Commissione Speciale è composta dai capigruppo e dai presidenti di Commissione e presieduta dal Presidente del Consiglio Comunale.
Ciascun componente della Commissione ha la facoltà di farsi sostituire da un altro consigliere del suo gruppo di appartenenza. Inoltre i Consiglieri dichiarano di rinunciare al gettone di presenza che verrà devoluto ad apposito fondo istituito per l’aiuto alla popolazione alluvionata.

DA’  ATTO
che la presente deliberazione non comporta assunzione di impegni di spesa nè diminuzioni in entrata attesa la prevista gratuità dell'organismo istituito.

DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Giulio Conti	F/to  Morganti Gianni

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 25 giugno 2014 al 10 luglio 2014 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì,  11 luglio 2014	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 6 luglio 2014, essendo stata pubblicata il 25 giugno 2014
Lì, 7 luglio 2014	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,