Paperopoli Atto

Modifiche al Regolamento per l'utilizzo del litorale marittimo per finalità turistiche ricreative

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2014/20 del 16 aprile 2014

Presentazione
Approvazione
16.4.2014
  • 16.4.2014
  • approvato


Firmatari

  • Antonella Costa
    Assessore alle Attività Economiche, Pari Opportunità, Partecipazione

    Monitorato da 0 cittadini

Testo

        
COMUNE DI Paperopoli
PROVINCIA DI Topolinia
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 20 
Seduta del 16/04/2014
OGGETTO:	MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO COMUNALE PER L'UTILIZZO DEL LITORALE MARITTIMO PER FINALITA' TURISTICHE RICREATIVE APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 46 DEL 27.05.2009.
L’anno duemilaquattordici addì sedici del mese di aprile alle ore 16:30  nel Palazzo Municipale di Paperopoli e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta ordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Caruso Chiara*-17 Russo Carlo-*2 Rizzo Giovanna *-18 Moretti Antonio-*3 Rossi Giancarlo-*19 Conti Giulio*-4 Bruno Loris*-20 Martini Manuela-*5 Longo Francesca*-21 Ferrari Mirco-*6 Martini Lorena*-22 Giordano Emanuele*-7 Moretti Manuele*-23 Greco Costantino*-8 Galli Antonio-*24 Bianchi Loris-*9 Marino Carlo-*25 Ricci Caterina*-10 Mariani Gianni-*26 Barbieri Luigi C.D.-*11 Colombo Mirco*-27 Gallo Emanuele*-12 De Luca Lorenzo*-28 Moretti Giuseppe*-13 Ferrara Gianfranco*-29 Costa Costantino*-14 Lombardi Mirco-*30 Caruso Mirco*-15 Bruno Costantino*-31 Santoro Lorenzo*-16 Mancini Gianfranco-*T O T A L E     P R E S E N T I    N° 19

 Barbieri GiulioCentro Aristocratico-* Bianchi CarloCentro Aristocratico-*
Sono altresì presenti gli assessori: Costa Antonella, Esposito Costantino.
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Giulio Conti nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Gianni 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Moretti Giuseppe; 2° Martini Lorena;  3° Greco Costantino .
Il Presidente del Consiglio Conti enuncia l’argomento iscritto al punto 5 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO COMUNALE PER L'UTILIZZO DEL LITORALE MARITTIMO PER FINALITA' TURISTICHE RICREATIVE APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 46 DEL 27.05.2009 e concede la parola all’Assessore alle Attività Economiche, Antonella Costa, per la relazione introduttiva.

L’Assessore Costa: Con questa proposta di delibera andiamo ad inserire e a modificare l’articolo 3 comma 2 del Regolamento comunale approvato nel 2008 in cui si prevedeva il divieto di accesso in spiaggia per gli animali di compagnia, in particolare l’accesso in acqua degli animali di compagnia. Come sapete con la variante del Piano degli arenili abbiamo portato una novità, come direbbe il Sindaco, unica, perché ci dicevano di confrontarci con realtà a noi vicine, con Marotta dove le spiagge potevano prevedere spiagge libere di accesso agli animali di compagnia, in verità noi abbiamo previsto nel piano degli arenili due aree, una a nord e una a sud, totalmente nuove di stabilimenti balneari dedicate all’accoglienza di animali di compagnia, aree che sono state già assegnate, i cui intestatari hanno già presentato i progetti, hanno già dato avvio ai lavori, entro il 1° di giugno debbono essere ultimati questi lavori pena la decadenza dello stabilimento. Ci siamo posti quindi di fronte a un progetto innovativo, nel bando, ovviamente queste aree sono andate a bando, era previsto che questi non dovessero diventare degli stabilimenti balneari ma degli stabilimenti di accoglienza degli animali di compagnia, quindi spazi dedicati al gioco, alle attività degli animali di compagnia. Su questo abbiamo quindi inserito la possibilità dell’accesso al mare perché dal Regolamento precedente era ovviamente vietato sia l’accesso in spiaggia che naturalmente anche l’accesso in mare, in questo modo invece andiamo ad integrare questa parte non prevista nel Regolamento comunale. Ovviamente il tutto nel rispetto delle norme igienico-sanitarie perché quelle sono condizioni imprescindibili.
L’altro aspetto invece che andiamo a modificare è l’accesso in spiaggia nel periodo escluso dalla balneazione, in particolare il divieto di accesso in spiaggia per animali di compagnia. Noi proponiamo, però chiedo se sia possibile una variazione, noi fissiamo oggi il divieto di accesso degli animali in spiaggia dal 1° maggio al 15 settembre, ora una possibile proposta era quella di prolungare al 30 settembre l’accesso in spiaggia perché gli stabilimenti balneari e le strutture ricettive, sono ovviamente strutture di accoglienza, dell’ospitalità e quindi potrebbe essere ancora troppo presto poter fare accedere gli animali di compagnia a partire dal 15 settembre, quindi se possibile chiedo al Presidente e al Segretario se è possibile emendarlo, perché la possibilità di posticipare al 30 settembre anziché il 15 settembre l’accesso. Se abbiamo una stagione balneare aperta fino a tutta la mensilità, con gli stabilimenti ancora aperti [si registra un contraddittorio fuori microfono] mentre abbiamo posticipato a partire dal 1° maggio il divieto, probabilmente il 15 settembre ci può essere ancora una attività balneare, considerando una cosa, perché forse molti Consiglieri non sanno, noi all’interno del Piano degli arenili non solo abbiamo i due stabilimenti specifici, ma ogni stabilimento balneare, all’interno del proprio stabilimento balneare, su ovviamente presentazione di un progetto, possono delimitare uno spazio per accogliere gli animali di compagnia, questo già il Piano degli arenili lo prevede, quindi uno stabilimento balneare può presentare un progetto al vaglio della Giunta all’interno della sua superficie in concessione, può destinare un’area per accogliere gli animali di compagnia, questo ovviamente dei clienti che risiedono nello stabilimento. Potrebbero già essere presenti, ora il passaggio degli animali di compagnia nella spiaggia, che ovviamente devono essere tenuti al guinzaglio, dal 15 di settembre, potrebbe, adesso non vorrei contraddire il Sindaco, però potrebbe essere una data che potrebbe avere ancora una totale libertà da parte dei turisti che frequentano la spiaggia, quindi farlo decorrere dal 1° di ottobre probabilmente è la data più corretta. Poi se piove il Sindaco fa un’ordinanza dal 1° di settembre. La proposta è di emendarlo e di spostare dal 15 di settembre al 1° di ottobre.

Il Presidente del Consiglio Conti: Diamo la parola al Segretario per leggere l’emendamento.

il Segretario MORGANTI: L’emendamento ve lo leggo perché è una riga e mezzo. Nel punto 1 del dispositivo della delibera dove dice: Fissando il divieto di accesso in spiaggia per gli animali di compagnia dal 1° maggio al 15 settembre di ogni anno il 15 diventa 30, quindi fissando il divieto di accesso in spiaggia per gli animali di compagnia dal 1° maggio al 30 settembre di ogni anno.

Si dà atto che esce il Consigliere Caruso: Presenti con diritto di voto n. 18.

Il Presidente del Consiglio Conti pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’emendamento che viene approvato con 15 voti favorevoli, nessuno contrario, 1 astenuto (Bruno), 2 presenti non votanti (Moretti, Gallo) come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Si dà atto che entra il Consigliere Caruso: Presenti con diritto di voto n. 19.

Il Presidente del Consiglio Conti: Dichiarazioni di voto sulla pratica.

Il SINDACO: Come stava dicendo l’assessore noi portiamo un Regolamento che rimette un po’ in fila le azioni che abbiamo attuate nell’ultimo periodo, compresa un’ordinanza sindacale che ha consentito agli animali di affezione di poter entrare sulle nostre spiagge fino al 30 di aprile, cosa che invece il regolamento precedente non permetteva, e non solo, perché abbiamo attivato tutta una serie di politiche, non raffazzonate, non estemporanee, non da emulare come ci dicono, guardate cos’hanno fatto, noi le abbiamo pensate bene, le abbiamo valutate e l’abbiamo pianificato con gli strumenti urbanistici, quindi non sono impugnabili, le abbiamo attuate, come fa l’assessore questa sera con la proposta, con regolamenti ad hoc, e che disegnano un quadro, per esempio l’accesso degli animali nelle nostre spiagge. Intanto con questa importante modifica regolamentare che ci permette di mettere a disposizione quattordici chilometri di spiaggia per nove mesi all’anno, nove mesi all’anno, dove ovviamente ci devono essere conduzione adeguate al guinzaglio, controllate perché non ci sono solo gli animali da affezione, ci sono anche il fratino, ci sono altri animali che si riproducono, c’è l’attenzione alle altre persone, quindi va attuata una politica assolutamente adeguata, ma noi intanto mettiamo nelle condizioni tutti di poter accedere. Due abbiamo individuato, e lo dicevamo lo scorso anno, due concessioni progettate e pensate per gli animali d’affezione, due, che obbligatoriamente si  dovevano realizzare entro quest’anno, obbligatoriamente pena, lo dico per l’Assessore, la decadenza della concessione, pena la decadenza dalla concessione, magari domani troveremo qualche commento non adeguato, esatto, di qualche soggetto che si è beccato una querela anche oggi, ecco perché poi quando diamo opzioni, se non vengono esercitate decadono, come decade per esempio per un chiosco in piazza Saffi, decade, suolo pubblico, decade se non lo eserciti, come abbiamo fatto in altre situazioni. Queste dovevano essere realizzate, sono progettate, e su quelle aree permettiamo l’ingresso in acqua, quindi anche polemiche sterili che ho sentito, però ci abbiamo lavorato, l’assessore si è fatto carico del problema, interlocuzioni con la Regione, con la Capitaneria di San Marco, l’abbiano sistemata come serve, non raffazzonata, lo dico per tutti, vale per me e per altri. Non solo, consentiamo a chi lo volesse, di attrezzare le concessioni in essere per consentire l’accesso degli animali da affezione, quindi chi vuole, da subito, come abbiamo fatto per gli alberghi quando gli abbiamo permesso di ampliarsi, facciamo gli strumenti, mettiamo tutti, dal centro storico fino agli animali da affezione al mare, tutti di poter agire dentro regole e dentro canovacci precisi, ma consentendo le massime libertà, mi sembra un grandissimo segnale. Sono particolarmente soddisfatto e anche molto contento delle scelte che abbiamo fatto. Anche qui leggono una società che si trasforma, il tema degli animali da affezione cinque anni fa non era come quello attuale, e quindi gli animali da affezione venivano trattati in un certo modo e oggi viene trasformato e noi decidiamo con un atto pianificato di avviare una serie di azioni dentro la quali mettiamo questa sera un tassello. Penso che la società dovrebbe essere letta sempre in questo modo, dopodiché ci sono gli animali da affezione e ci sono i proprietari o gli amici degli animali da affezione, e quindi l’appello perché io chiedo sempre lo stesso rispetto agli animali che noi riserviamo dentro le nostre case, identico, identico, quindi quello che il cane fa nel salotto lo deve fare nel salotto della città, uguale, non è che c’è un salotto e un cesso, non è così, perché se no c’è il salotto che è un cesso, e non può essere così, quindi Carlo rispetto, Carlo rigore e ottemperanza del sentire comune perché quello del proprietario dell’animale d’affezione che lo tratta come deve essere trattato, però nel rispetto anche di chi non ha quel tipo di sensibilità e soprattutto la sensibilità di chi utilizza gli spazi e non può pensare che ci sia differenza tra quello che fai dentro la tua casa, vale un po’ per tutto, ma in questo caso in particolare, perché i giardini non possono essere presi come un bagno aperto, le strade, il lungo fiume, via delle Ponente, viale Sorrento a Madonnella, la ciclabile, e dobbiamo anche segnalarle queste cose se vengono condotte in modo inadeguato. Noi facciamo tutto il possibile, tutto il possibile come succede a Bolzano, quello che succede a Bolzano può succedere anche a Paperopoli, con lo stesso rispetto e con la stessa attenzione, con il grande vantaggio che noi abbiamo ben quattordici chilometri di mare dove gli animali possono accedervi oggi per tre mesi all’anno e Bolzano no.

Si dà atto che esce il Consigliere Moretti: Presenti con diritto di voto n. 18.

Il Consigliere Caruso (PD): Semplicemente per un ringraziamento al Sindaco e all’Assessore per questo provvedimento perché è un provvedimento di civiltà. Gli animali di affezione ormai fanno parte della famiglia di chi li possiede, e questo può piacere, può essere condiviso o no, però chi li ha li tratta in questo modo, quindi non si possono fare campagne contro gli abbandoni degli animali di affezione e poi non permettere soprattutto nelle città turistiche che gli animali non abbiano accesso alle strutture ricettive e quindi di conseguenza alla spiaggia. Ripeto sono veramente soddisfatta di questo provvedimento e ricordo a tutti, a me stessa in primis, che il livello di civiltà di una società si vede anche da come tratta gli animali, non è una mia frase, non mi permetterei mai, ma è un pensiero di Gandhi, quindi riflettiamoci su questo pensiero. Ha perfettamente ragione il Sindaco quando dice amiamo gli animali di affezione, possiamo portarli finalmente in spiaggia, finalmente possono fare il bagno, però è giusto che i padroni rispettino le regole. Certamente Sindaco lo condividiamo in toto, lo condivido, ma credo che lo condividano tutte le associazioni animaliste, ricordo però che purtroppo, senza alcun intento polemico, chi sporca, deturpa i nostri prati, piste ciclabili, come sentivo prima, spiagge e quant’altro, purtroppo spesso, molto spesso, sono gli umani e non i cani, e lo verifichiamo costantemente ogni giorno, per non parlare dei fine settimana. E qui concludo, veramente ringrazio ed esprimo ancora una volta la mia soddisfazione.

Si dà atto che esce il Consigliere Caruso: Presenti con diritto di voto n. 17.

Il Presidente del Consiglio Conti pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al punto 5 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari, così come emendata in corso di seduta, che viene approvata con 17 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio Conti pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 17 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 5 dei suoi lavori;
- Udita la relazione dell'Assessore alle Attività Economiche, Antonella Costa;
- Visto il Regolamento regionale 13.05.2004, n. 2 Norme sull’utilizzazione del litorale marittimo della Regione per finalità turistiche ricreative;
- Visto il Regolamento comunale per l’utilizzo del litorale marittimo per finalità turistiche ricreative approvato con delibera del Consiglio comunale n. 46 del 27.05.2009;
- Vista la delibera di Consiglio comunale n. 44 del 18.04.2011 con la quale è stato approvato il Piano Particolareggiato dell’Arenile;
- Vista la delibera di Giunta municipale n. 7 del 15.01.2013 avente per oggetto Bando pubblico per l’assegnazione di n. 2 concessioni demaniali marittime riservate alla fruizione della spiaggia con animali di compagnia;
- Considerate le numerose richieste di poter permettere l’accesso degli animali di compagnia per un periodo più ampio di tempo rispetto a quanto previsto dall’art. 3, comma 2, lettera a) del vigente Regolamento comunale per l’utilizzazione del litorale marittimo per finalità turistiche ricreative, oltre a poter permettere l’accesso in acqua sul fronte delle due concessioni demaniali marittime previste dal vigente Piano Particolareggiato dell’Arenile e espressamente dedicate all’accoglienza degli animali di compagnia;
- Visto l’art. 9, comma 1, lettera b) del vigente Regolamento regionale 13.05.2004, n. 2; 
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Turismo, Promozione, Sviluppo Economico;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - MODIFICARE l’art. 3, comma 2, lettera a) del Regolamento comunale per l’utilizzazione del litorale marittimo per finalità turistiche ricreative approvato con delibera del Consiglio comunale n. 46 del 27.05.2009 fissando il divieto di accesso in spiaggia per gli animali di compagnia dal 1 maggio al 30 settembre di ogni anno; 
2°) - INTEGRARE l’art. 3, comma 2, lettera a) del Regolamento comunale per l’utilizzazione del litorale marittimo per finalità turistiche ricreative approvato con delibera del Consiglio comunale n. 46 del 27.05.2009 con la seguente disposizione: In deroga a quanto previsto dal presente punto a) è consentito l’accesso in spiaggia degli animali di compagnia nelle due concessioni demaniali marittime previste dal vigente Piano Particolareggiato dell’Arenile e espressamente dedicate alla loro accoglienza. E’altresì consentito l’accesso in mare degli animali di compagnia nelle acque antistanti la linea di costa delle due concessioni, nel rispetto delle vigenti norme igienico-sanitarie;
3°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      

Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Giulio Conti	F/to  Morganti Gianni

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 12 maggio 2014 al 27 maggio 2014 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 28 maggio 2014	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 23 maggio 2014, essendo stata pubblicata il 12 maggio 2014
Lì, 26 maggio 2014	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,